OCCHIO: degustazione, esegesi...   ESPRESSIONI: visioni, letture, arte...

venerdì 10 dicembre 2010

sei tu?

The Brøken
(Rotto)
2008
Regno Unito, Francia
Regia: Sean Ellis
Scritto: Sean Ellis

Debole horror di nuova generazione, patinato quanto basta per entrare nel girone della fruibilità da grande schermo, anche se in Italia pare non si sia visto.
Il fascino del tema del doppelgänger, presente in questa pellicola, è però innegabile, va a segno, tasta nervi scoperti dell'umano e del suo rapporto con l'io interiore. Purtroppo però il film rimane impantanato. Probabilmente perché è la pellicola stessa a darne l'idea, ci troviamo ad aspettare una qualcosa che non arriva: né una sorpresa né uno "spiegone" rivelatore, nulla, soltanto la base essenziale e il suo effetto. Poco riuscito anche l'intento di trasmettere tensione, le scene ad hoc sono senza mordente e prevedibili.
Interpretazioni da botulino, personaggi stereotipati, esempi di vite non di certo appartenenti al volgo...
Discreta la fotografia di Angus Hudson virata al bluastro, e da segnalare un buon uso del piano-sequenza e dei fantastici travelling aerei sulla City di Londra.

6 commenti:

  1. Decisamente mediocre anche per me. Il classico film che si trascina fino al finale con lentezza e senza carattere. Le poche scene splatter sono state bellamente spoilerate dai vari siti americani prima della sua uscita. Speriamo rimanga inedito in Italia ;)

    RispondiElimina
  2. Vero, parte del panorama piatto, e non si tratta di acclamazione forzata di classici sepolti. Le idee e le strutture paiono girare attorno a stilemi che danno un senso di déjà vu.

    RispondiElimina
  3. l'ho visto trascinato da commenti estasiati e sono rimasto delusissimo. il fatto è che non è né brutto né bello: classico prodotto medio con troppe ambizioni, ma che non ha veramente niente che colpisca. sempre di Ellis, preferisco di gran lunga Cashback, anche se pure questo non è certo un capolavoro.

    RispondiElimina
  4. @Einzige: infatti, prometteva molto di più, io immaginavo anche sul piano dei significati e delle rivelazioni. Ho visto che Cashback è discretamente considerato, ma al momento non ne sono attrattissimo.

    RispondiElimina
  5. Cashback è in tutto e per tutto trascurabile. quando avevo visto The Broken avevo voluto vedere pure quest'altro, ma non posso dire d'averci guadagnato.

    RispondiElimina
  6. @Einzige: tra l'altro era stato precedentemente creato come corto, magari quello si può recuperare.

    RispondiElimina